Buona la prima?

La magia di d’Alò: Pinocchio mai così moderno

Il film d’animazione è il testamento artistico di Lucio Dalla

Prezzo del biglietto: 5 euro*. Musiche d'autore per un film d'animazione che conquista tutti, grandi e piccini. Per te quanto vale?

Ci sono stati e ci saranno tanti modi di far rivivere Pinocchio. Enzo d'Alò opta per un delicatissimo film d'animazione con tante voci familiari che conquistano adulti e bambini: Rocco Papaleo (Mangiafoco), Paolo Ruffini (Lucignolo), Maurizio Micheli (il Gatto), Andy Luotto (l'oste). Ma una spanna sopra tutti c'è lui: Lucio Dalla. Il Pinocchio di d'Alò è una sorta di testamento artistico del grande cantautore bolognese, scomparso improvvisamente il primo marzo di un anno fa. Dalla, oltre a prestare la propria voce al pescatore, firma una colonna sonora che ha richiesto tre anni di lavoro: assoli di clarinetto, contaminazioni rock, hip hop e R&B, per una reinterpretazione al tempo stesso classica e moderna.  “Quando decisi di lavorare a questo film - ha spiegato d'Alò - immaginavo solo un musicista in grado di interpretare le sonorità di un'opera così fantasiosa e articolata qual è Pinocchio: Lucio Dalla”.

Ma non sono solo le musiche a catturare lo spettatore. Le “imprese” del burattino più famoso del mondo ruotano intorno al complicatissimo rapporto con papà Geppetto, in una sorta di conflitto generazionale che si trascina per tutti gli 84 minuti della proiezione e che fa di Pinocchio un romanzo di formazione sempre attuale.

Piace a: bambini, ragazzi, adulti, anziani. A tutti. Pinocchio è sempre Pinocchio
Da evitare se: non amate particolarmente i film d'animazione
Per restare in tema: "Opopomoz", “La Gabbianella e il Gatto”
Il sound del film: le musiche di Lucio Dalla, le voci di Nada, Leda Battisti e Marco Alemanno.
La citazione: “C'era una volta un re...” (Geppetto mentre costruisce il suo burattino di legno).

*Prezzo del biglietto: su scala da zero (pessimo) a sette euro (capolavoro) da spendere per la visione di questa pellicola

Keiser Soze

I commenti sono chiusi.

Keiser Soze
Keiser Soze
Il cinema? Ci siamo conosciuti da piccoli in una sera di mezz’estate, in una vecchia sala all’aperto di una località di mare. Una scena da film insomma. Insieme si è camminato, da compagni di banco fino a diventar colleghi: parole, dette o scritte, tante.
Leggi tutto...

LoSpettacolo.it, tutte le news sul mondo del cinema e della televisione, con una guida completa a film e programmi, lo sport in tv, stasera in tv.

LoSpettacolo.it registrazione Tribunale di Milano n°256 del 20/04/2001 - Editore: Cocopelli Srl, P. IVA 06381950960
Direttore responsabile: Sergio Chiesa - Contatti